FINAL FOUR U13 – I RISULTATI

ECCO I RISULTATI DELLE FINAL FOUR U13
DISPUTATESI SABATO 6 MAGGIO


SEMIFINALE: LIBERTAS SCORZÈ – POLISPORTIVA ANNIA  (85 – 47)

(parziali: 18-5 , 15-19 , 22-12 , 30-11)

(Marco B. 4 – Marco L. 8 – Matteo B. 6 – Tommaso S. 6 – Emer C. 2 – Samuele M. – Giacomo R. 5 – Matilde Z. 6 – Sebastiano G. 4 – Danis R. 2 – Nicolo’ P. 4 – Giuseppe F. )

 

Sabato 6 maggio i nostri Under13 disputano la loro semifinale affrontando la compagine della Libertas Scorzè, che poi risulterà la squadra campione provinciale Under 13.

Partiamo un po’ contratti, forse risentendo dell’importanza della partita e del tifo assordante sugli spalti e chiudiamo il parziale in svantaggio; nel secondo quarto finalmente riusciamo a sviluppare il nostro gioco e superare la tensione iniziale tanto che si riesce a vincere il parziale, anche se non in modo sufficiente a chiudere il divario del primo quarto. Al rientro, dopo la pausa lunga, continuiamo a subire soprattutto la fisicità della squadra avversaria e alcune sue spiccate individualità che non riusciamo a contrastare con la nostra tecnica e velocità; siamo stati anche un po’ sfavoriti da una conduzione di gara che lascia correre certi contatti e che noi paghiamo in maniera importante non essendo molto dotati dal punto di vista della stazza. Nel quarto ed ultimo tempo poi subentra anche un po’ di stanchezza e di scoramento che ci prende quando vediamo che il nostro gioco non scorre con la consueta fluidità. Subiamo quindi un parziale importante che ci penalizza oltremodo e che influisce sul punteggio finale che non rende merito del gioco espresso.

 

 


FINALE 3°-4° : A.D.P. VIRTUS LIDO VENEZIA – POLISPORTIVA ANNIA  (63 – 28)

(parziali: 20-11 , 13-4 , 15-5 , 15-8)

(Marco B. 4 – Marco L. 4 – Matteo B. 2 – Tommaso S. 4 – Samuele M. 7 – Giacomo R. 3 – Matilde Z. – Sebastiano G. – Joel O. – Nicolo’ P. 2 – Giuseppe F. 2 – Danilo L.)

Giornata storta sotto tutti i punti di vista questa partita che ci vede di fronte alla compagine del Lido, che avevamo già affrontato e sconfitto due volte nella fase di qualificazione, ma che sapevamo essere anche squadra in crescendo di forma sia fisica che tecnica (sapendo che aveva sconfitto lo Scorzè nella seconda fase di qualificazione). Partiamo anche bene, portandoci subito sul 4 a 0,  ma è un fuoco di paglia rivelatosi l’unico vantaggio dell’intera partita per i nostri ragazzi che, con lo scorrere del tempo, risentono oltremodo della fatica, dello sforzo fisico e soprattutto mentale profuso nella partita del giorno prima. Anche in questa partita si ripete il cliché visto in semifinale e subiamo terribilmente (anche nostro malgrado) la fisicità della squadra avversaria, che ci porta a perdere, per infortuni, ben tre dei nostri atleti che, una volta usciti, non faranno più rientro in campo. Con lo scorrere del tempo subentra uno scoramento tale che nemmeno coach Mauro negli spogliatoi riesce a sovvertire, tanto che, alla fine, non riusciamo a completare nemmeno la prima colonna del referto, a testimonianza della scarsa vena realizzativa della nostra compagine.

Spezziamo infine una lancia a favore degli arbitri. Sono ragazzi di qualche anno in più rispetto ai nostri giocatori e come per gli atleti è possibile sbagliare un canestro, anche per loro può capitare l’errore. È giusto però far loro esperienza soprattutto in occasioni come queste, dove la pressione si sente sia sugli atleti che sugli arbitri. Sarebbe auspicabile però che la Federazione li affiancasse a dei colleghi più esperti al fine di aiutarli ad analizzare lo svolgimento dell’incontro, interpretare le varie situazioni di gioco e le chiamate effettuate e contribuire in modo più costruttivo alla loro crescita.

 


Chiudiamo quindi la due giorni delle FINAL 4 con un dignitosissimo quarto posto che ci permette tuttavia di disputare, già dal prossimo fine settimana, il trofeo regionale tra tutte le quarte classificate regionali delle final4 disputate.

Il risultato delle final4 comunque non fa passare in secondo piano i risultati ottenuti e la splendida stagione disputata dai nostri atleti. Un doveroso ringraziamento va al nostro COACH MAURO che, alla sua prima stagione con noi, ha messo a disposizione della squadra passione, esperienza e capacità esaltando le qualità tecniche dei nostri giovani atleti; ha saputo inoltre sviluppare il lavoro svolto dai precedenti istruttori Minibasket e valorizzare quanto di buono era già stato dato nelle precedenti stagioni, in attesa ovviamente che anche la prestanza fisica faccia la sua parte.

 

Chiudiamo con la nota dolente, di cui abbiamo avuto notizia il giorno dopo la disputa delle final 4: l’infortunio subito dal nostro capitano Giacomo si è rivelato più serio del previsto, tanto che dovrà stare assente dal linoleum del palazzetto per trenta giorni a causa della frattura del piede. A lui l’augurio di pronta guarigione da tutta la squadra e contando di vederlo calcare nuovamente il campo in occasione del Camp in Slovenia.

  


Ora sotto con il trofeo regionale:

si partirà venerdì 12 andando a Piovene Rocchette per affrontare il SUMMANO Basket, proseguiremo in casa sabato 20 contro l’AP DUE STELLE di Padova e chiuderemo sabato 27 a Verona dove affronteremo il BUSTER Basket.

Buon basket a tutti…

Lascia il tuo commento:

Visualizza modulo