Under 14 – Torneo di Fiume Veneto

Per ovviare al mancato accesso al girone di Eccellenza, la nostra coach Valentina sta cercando di far fare delle esperienze importanti al nostro Under 14 facendolo partecipare ad alcuni tornei per incontrare squadre di valore e far così crescere le ragazze. In questi due giorni si è giocato a Fiume Veneto contro squadre del valore di quelle che avremmo trovato in Eccellenza.

La prima giornata è stata tutto sommato positiva con 2 vittorie per 2-0, la prima abbastanza semplice, la seconda invece più complicata contro una squadra di Trieste. Quest’ultima, l’anno scorso, ha vinto il titolo regionale Under 13. Averle battute è stato quindi un ottimo risultato, soprattutto in considerazione del fatto che alla fine le triestine si sono aggiudicate il torneo. Almeno una piccola soddisfazione ce la siamo portata a casa.

Il secondo giorno abbiamo trovato in semifinale il Fiumicello, provincia di Udine, squadra molto ben organizzata soprattutto in difesa. Nel primo set ci hanno praticamente massacrato, mentre nel secondo set, un pò complice un loro calo e un pò una nostra riscossa, le cose sono cambiate e ce lo siamo aggiudicato a 20. Nel tie break purtroppo le cose non sono andate bene e ci siamo dovuti accontentare della finale per il 3° posto. Finale che abbiamo giocato contro il Sinergy che milita nel girone di Eccellenza. L’impressione è che siamo più forti noi, ci aggiudichiamo il primo set, per poi perdere malamente per 1-2, risultato che ci relega al 4° posto finale. Lo scontro con il Sinergy aumenta ancora di più il rammarico della mancata partecipazione all’Eccellenza, dove avremmo potuto toglierci qualche soddisfazione.

Le due prestazioni odierne sono state deficitarie, sono emersi i soliti problemi che più volte sono stati segnalati. Indecisioni, palle che cadono in mezzo a due che non si capiscono e che non se la chiamano, errori nei fondamentali (soprattutto la ricezione e il piazzamento in difesa). La sensazione è che a questo gruppo manchi la necessaria velocità nel capire cosa succederà nel proseguo dell’azione, quindi una difficoltà nella lettura della partita. Pertanto appena il livello si alza e la palla viaggia più rapida cominciano i problemi. Al contrario, finchè si incontrano avversari di scarso spessore allora ci viene lasciato il tempo per pensare e tutto diventa più facile. Credo che Valentina sia conscia di questo problema e che stia appunto cercando di partecipare a questi tornei per trovare delle squadre che ci mettano in difficoltà per farci crescere. Il problema è che ogni anno che passa la palla viaggia sempre più veloce.

 

 

Accedendo a questo link potete vedere e scaricare le foto della partita.

Lascia il tuo commento:

Visualizza modulo